0966 936187 | Contattaci | Benvenuti !

  • Home
  • La Cittadella dell'Immacolata

La Cittadella dell'Immacolata

L’ideale di p. Kolbe…

la cittadella dell immacolata 00

La Cittadella dell’Immacolata nasce da uno dei grandi ideali che hanno animato la vita di san Massimiliano Kolbe: la costruzione di “Cittadelle dell’Immacolata”, che fossero centri di evangelizzazione per conquistare il mondo a Dio attraverso Maria. La prima Niepokalanów, ossia “Città dell’Immacolata”, sorge ad opera del santo polacco il 7 dicembre 1927 in un terreno nei pressi di Varsavia, donato dal principe Drucki Lubecki. In una lettera p. Kolbe afferma che «lo spirito di Niepokalanów consiste in niente altro che nel fatto che essa appartiene all’Immacolata. Tutto in essa appartiene a Lei, sia coloro che la abitano, le macchine, gli edifici, perfino i debiti. Ma soprattutto: ogni cuore che palpita in essa» (cfr. SK 463). Sospinto dal desiderio di portare l’amore di Maria sino agli estremi confini della terra, nel 1931 il santo fonda un’altra Cittadella in Giappone, vicino a Nagasaki: “Il giardino dell’Immacolata” (Mugenzai no Sono).

Ma l’ideale di p. Kolbe andava ben oltre: «Bisognerebbe non dimenticare che sotto il sole non esistono solo la Polonia e il Giappone, ma che un numero ancor più grande di cuori palpita oltre le frontiere di questi  paesi. Quando i cavalieri dell’Immacolata giungeranno fino ad essi? Quando fonderanno le Niepokalanów nelle loro terre? Bisognerebbe consolidare queste Niepokalanów, perché non si fermino mai nel lavoro, ma si avvicinino ogni giorno più all’Immacolata, approfondiscano ogni giorno più la loro appartenenza a Lei e in tal modo Ella possa operare sempre più liberamente attraverso di esse a vantaggio delle anime» (cfr. SK 647).

 

… realizzato nel cuore della nostra terra

la cittadella dell immacolata 03

Nel giugno del 2010 la Provvidenza mette a disposizione della nostra Fraternità un terreno, in località Ceramida di Bagnara, su cui costruire una Cittadella dell'Immacolata, secondo lo spirito di San Massimiliano.

La Cittadella viene inaugurata il 5 luglio 2010 con una Messa solenne e con l’intronizzazione di un’imponente statua dell’Immacolata. Il mese successivo, in occasione della festa di San Massimiliano Kolbe, i fratelli e le sorelle della Fraternità rinnovano i loro voti durante la solenne Celebrazione Eucaristica, al termine della quale la comunità religiosa affida la Cittadella al “martire della carità”.

La Cittadella è il cuore del nostro carisma. Essa  intende essere un centro di irradiazione di spiritualità per il nostro tempo bello e difficile, che lancia al mondo e alla Chiesa sfide antropologiche e spirituali sempre più complesse. In questo centro di spiritualità si coniuga l’ora et labora, la preghiera e l’apostolato, la contemplazione e la carità fattiva. La vita di comunione è la sorgente da cui scaturisce ogni azione apostolica dei consacrati e delle consacrate che vivono nella Cittadella, segno per il mondo e forza che attira a Cristo. Così la comunione si apre alla missione, e questa, dove opera, genera comunione.

Nella Cittadella dell’Immacolata, come ama ripetere il nostro fondatore, si respira «l’odore della terra e il profumo del Cielo». La Cittadella ha due anime: la spiritualità e la carità. Essa infatti, da una parte, vuole essere l’oasi di Maria, dove tanti suoi figli possano trovare ristoro per lo spirito e il corpo nella preghiera, nei sacramenti e nella condivisione di momenti di festa e fraternità.

Dall'altra, la casa di Maria, dove ognuno si senta accolto e abbracciato dalla Sua tenerezza materna; il giardino di Maria, dove tutto, dai luoghi di preghiera curati e accoglienti allo splendore della natura, sia un riflesso dell’infinita bellezza di Dio.

Stampa Email

Un po' di storia...

Un'assidua ricerca

Ora che guardiamo e gustiamo gli undici ettari di verde resi fecondi dalla sorgente di Pantano, da cui è possibile abbracciare, in un colpo d’occhio, la Sicilia e le Isole Eolie, possiamo ben dire che la Vergine Maria aveva scelto da sempre questo luogo di Ceramida di Bagnara Calabra per la sua Cittadella... Leggi tutto

Padre Santo racconta…
… il progetto della Cittadella dalla voce del fondatore

Con il cuore colmo di gratitudine alla Vergine Immacolata che ci ha voluti Suoi strumenti eletti per l’edificazione della Sua Cittadella, ritorniamo alle origini della sua nascita dando voce al nostro fondatore Leggi tutto

La Cittadella dell’Immacolata: rivivere il sogno di p. Kolbe

Cittadella dell’Immacolata – Niepokalanów: questo è il nome che Padre Kolbe aveva dato ad un terreno di venticinque ettari – in un paesino distante circa quaranta chilometri da varsavia – regalatogli da un nobile polacco Leggi tutto

Menu Principale

Conosciamoci meglio