Apertura del mese di maggio

Alla Cittadella dell'Immacolata il mese di maggio non passa inosservato.

E non solo perché in questo periodo dell'anno c'è un'esplosione di fiori e colori che rendono unico questo posto prescelto da Dio: alberi in fiore, roseti con le più svariate sfumature di colori e tanto altro non fanno che far trasparire la bellezza di Maria attraverso una natura in festa. No, non solo per questo il mese di maggio è importante alla Cittadella!

Questo mese acquista un significato particolare perché è un momento di grazia tutto dedicato alla Regina del cielo e della terra. E, alla luce di tutto questo, Maggio non poteva non iniziare con grande solennità e partecipazione! Il primo maggio, infatti, è un appuntamento fisso a cui non si può mancare.

Quest'anno la catechesi di Padre Antonio Carfì, vicario della Fraternità e Dottore in Mariologia, la contemplazione dei misteri del santo Rosario, la solenne concelebrazione eucaristica e la processione mariana culminata ai piedi della Madonna di Lourdes hanno impreziosito una giornata densa di spiritualità, gioia e condivisione. Il rapporto tra Maria e la Misericordia è stato il tema che ha caratterizzato l'intera giornata, dalla catechesi mattutina all'omelia nel corso sella solenne concelebrazione pomeridiana, presieduta dal Custode della Cittadella, padre Santo Donato, dopo i Vespri solenni e un intenso rosario meditato.

Tanti i pellegrini che si sono proposti di compiere un gesto d'amore alla Vergine in questo santo mese e altrettanti coloro che hanno vissuto l'intera giornata immersi nella preghiera, chiedendo l'intercessione della Vergine Maria per poter crescere nell'amore a Lei e al suo figlio Gesù.

Guarda la Photogallery

Stampa